Wine Tour

Cupelli Spumanti: Coraggio, Passione, Lungimiranza

Di Livio Volteggiani


Questa che sto per raccontare non è solo la storia di un’azienda,ma anche una storia di coraggio,di passione ma sopratutto di lungimiranza.

L’azienda Cupelli è situata in una tra le più belle zone vinicole della provincia di Pisa e della regione Toscana in generale.La zona in cui si trova l’azienda  è storicamente vocata per la viticoltura. Siamo ai piedi delle colline di San Miniato, nelle terre di Pisa, qui la piccola realtà a conduzione familiare Cupelli coltiva vitigni autoctoni come il Trebbiano Toscano, il Canaiolo, il Sangiovese, il Ciliegiolo e la Colombana dal 1952.

Vini di forte identità territoriale quelli prodotti da Amelio Cupelli, fondatore di questa cantina destinata a seguire un’evoluzione.

Un’evoluzione che ha come protagonista Ivana Cupelli, figlia di Amelio, e i suoi giovanissimi figli Marco e Sara Pertici, capaci di intuire la vocazione di questo territorio,di questo clima e delle uve prodotte che presentavano già allora caratteristiche notevoli in termini di acidità e freschezza e proprio dalla osservazione di queste prime condizioni e dalla ferma convinzione del grande potenziale in territorio e vitigni,si iniziano a sentire i profumi della scommessa,così i primi passi del progetto di spumantizzazione vengono mossi.

E’ così che nel 2008,la voglia di crescere e rinnovarsi ha portato l’azienda a percorrere la strada verso il metodo classico,la conoscenza delle terre e coltivarne i vigneti con la massima cura, ha reso possibile un’ interpretazione nuova e diversa delle sue uve negli spumanti Cupelli.

Inizia così l’avventura della piccola azienda Cupelli nel mondo della spumantizzazione metodo classico dei propri vitigni autoctoni e nascono così i loro Spumanti: Erede Brut ed Erede Riserva entrambi da uve Trebbiano,Erede rose’da uve Canaiolo.

I vigneti, circa 8 ettari, sono situati nella zona pia­neggiante del territorio sanminiatese, dislo­cati in diverse frazioni. Piantati su terreni complessi a medio impasto limo-sabbioso con una forte presenza di fossili marini e argille. La vicinanza al corso del fiume Arno permette di godere di un microclima mite e ventilato. Questa valle è un corridoio natu­rale fra il mare e i rilievi montuosi, dove le correnti mitigano le estati calde e favorisco­no le escursioni termiche.

Cupelli Metodo Classico

Gli spumanti Cupelli sono prodotti con uve selezionate e raccolte interamente a mano. La selezione delle uve è fondamentale per garantire un vino di qualità per cui vengono scelte soltanto quelle perfettamente sane già durante la vendemmia che solitamente avviene nel mese di Agosto.

La pressatura soffice permette di non alterare la fragranza del mosto mantenendo integri buccia e vinacciolo. La fermentazione alcolica avviene in tini di cemento ad una temperatura di circa 18° C costantemente sotto controllo in modo da mantenere l’aroma e la freschezza naturale del frutto. Il mosto viene diviso secondo la spremitura, partendo dal mosto fiore si costituiscono le cuvee migliori ed ogni vigneto viene vinificato separatamente per poi essere assemblato al momento dell’imbottigliamento per la presa di spuma. La seconda fermentazione avviene in bottiglia e le maturazioni sui lieviti variano da 18 a 60 mesi più due mesi di affinamento dopo la sboccatura. Le bottiglie maturano e riposano al riparo dalla luce ad una temperatura costante che permette al vino di arricchirsi naturalmente e senza fretta.

La mia conoscenza con l’azienda Cupelli e i loro Spumanti risale al maggio del 2018 ad Anteprime Della Costa Toscana che si tiene ogni anno a Lucca,dove ho anche conosciuto Sara Pertici,che ad oggi insieme al fratello Marco,portano avanti con dedizione il lavoro in azienda,coadiuvati naturalmente dalla mamma Ivana.Dopo il primo assaggio ero spiazzato,non riuscivo a capire,sapevo di non trovarmi davanti ad un metodo classico fatto con i vitigni che di solito vengono usati,Chardonnay o Pinot Nero che vanno per la maggiore,una bolla fine nel Brut Millesimato ma che diventava ancor piu’ fine nella riserva,lo sentivo bello prufumato,in bocca cremoso,appagante fine e una bella eleganza, immaginate il mio stupore quando ho scoperto che era Trebbiano. Di nuovo stupore per il rose’fatto con il Canaiolo dalle caratteristiche,per me,ancora piu’intriganti,meravigliosi profumi,bella finezza ed eleganza, note connotative che tutti e tre gli spumanti hanno dentro di se.

Avevo dei brividi dovuti all’emozione che ritorna ogni volta che li bevo e vi posso garantire che ho indugiato un bel po’con questi spumanti,perche’ogni volta sono sempre una scoperta

Concludo dicendovi che io amo visceralmente questi spumanti,tutti e tre,senza nessuna distinzione e spero di essere riuscito in qualche modo a farveli amare anche a tutti voi che mi state leggendo e a trasmettervi le mie emozioni. Ad oggi oltre a continuare a produrre il loro storico VinSanto Bianco Pisano San Torpè prodotto con uve Trebbiano Toscano e uve Colombana e i tre Spumanti l’azienda ha inserito 2 novità,uno spumanteDemi-sec da uve 60% Ciliegiolo e 40% Sangiovese e un Trebbiano con una macerazione di 60 giorni sulle bucce a dimostrazione della continua evoluzione e voglia di novita’ che l’azienda porta avanti.

Io vi propongo L’Erede Brut Millesimato, 100% Trebbiano Toscano che sosta 18 mesi sui lieviti


 Vista: Colore paglierino con riflessi verdolini perlage fine e persistente 

Naso:  Al naso profumi di fiori bianchi, mela verde , note agrumate e nocciola.Sentori di crosta di pane tipo baguette fragrante del forno sotto casa.

 Gusto: Il sorso è dritto, slanciato, fresco, armonico,saporito,con un’ottima mineralità e lieve sapidità sul finale. Buona persistenza.

Per me L’ E’ BONO E MERAVIGLIOSO quindi la scommessa e’vinta!!!

Abbinamento: Lo proponiamo con un Baccalà mantecato

Clicca per seguirci sui nostri canali Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error

Ti è piaciuto il sito? Continua a seguirci!

YouTube
YouTube
Instagram