Wine Tour

Dal produttore piccolo c’è il vino buono!

Di Walter Dentico

La Cantina Spumanti Lorenz Martini è una vera chicca situata a Cornaiano zona vocata storicamente per la viticoltura e ritengo senza alcun dubbio che sia quella che incarni in assoluto il concetto di ‘passione’. Cos’altro potrebbe altrimenti spingere a coltivare Chardonnay, Pinot Bianco e Pinot Nero su vigneti a 500-800 m s.l.m., per produrre un’unica etichetta di Metodo Classico che sosta almeno 3 anni sui lieviti???

Questa passione  traspare in ogni discorso di Lorenz che con entusiasmo ci ha accompagnati nella sua piccola ma preziosa cantina ricavata nella sua Abitazione

Durante la visita,  con i suoi aneddoti ed i  i suoi racconti, Lorenz ha sviscerato in ogni sua fase come prende vita una bottilglia di Comitissa, l’ha messa a nudo facendoci capire il valore di ciò che avevamo difronte e alimentando in noi la curiosità di approcciarci a queste bollicine. D’altronde quando siamo difronte ad una prodotto di indiscussa eccellenza, non vi sono segreti che tengano. Lo spumante Comitissa Brut Riserva è ottenuto , da una cuvèè 30% Chardonnay 30% Pinot Bianco 40% Pinot nero, con un dosaggio massimo di 4 grammi litro,a parer nostro da annoverare fra le etichette ‘Top’ italiane nel suo genere i cui tratti salienti sono una eleganza sopraffina e profumi esaltanti che si mantengono anche nelle annate più vecchie.

Lorenz da padrone di casa gentile e disponibile ci ha condotti a vedere i suoi magnifici vigneti, dove abbiamo potuto comprendere la mole di lavoro che c’è dietro il suo spumante. La viticoltura a tratti eroica fa di Lorenz un ‘esempio’ per tanti

I vigneti si trovano in parcelle nei comuni di Cornaiano, Appiano-Monte e Cologna-San Genesio, su un terreno argilloso, ciottoloso e calcareo ad un altezza tra 500-800 m.s.l.m. in grado di dare origine a vini base con una acidità spiccata. I vigneti si affacciano sul lago di Caldaro, la vista di qui è mozzafiato. Le condizioni pedoclimatiche particolari, oltre che all’altitudine, per le forti escursioni termiche rendono questo fazzoletto di terra adatto alla produzione di uve per la spumantizzazione

COMITISSA BRUT RISERVA 2015

Nel calice è Giallo paglierino brillante, il perlage fine e sembra inesauribile, al naso si fanno spazio note di mela, pesca bianca e delle note erbacee che ci riportano proprio li nei vigneti di Lorenz, incastonati sulle alture e circondati da erbe di montagna. Non manca mai la tradizionale ma sempre suadente nota di crosta di pane del metodo classico. In bocca la freschezza è preponderante ma ben supportata da una buona struttura ed un sorso che è quasi cremoso. Da sottolineare però è l’eleganza che contraddistingue il Comitissa dalla mescita al sorso

COMITISSA BRUT RISERVA 2010

Il colore è di un Giallo Paglierino intenso ma che rimane sempre luminoso e brillante grazie ad un perlage piu che persistente. Al naso fior di arancio ed un continuo sentore di pane prendono la scena. Si fanno poi spazio note speziate e delle bellissime note che ci ricordano la nocciola. A sorprendermi è sempre l’eleganza con cui questi aromi si sono preservati dopo quasi 10 anni, di certo non pochi per uno spumante. La spalla acida è quasi intatta, il vino non ha perso nulla in freschezza ma al contrario ne esce valorizzato da un equilibrio ancora migliore rispetto al suo simile più giovane. La bocca è cremosa, croccante e vi è una perfetta corrispondenza con quanto avvertito al naso. Un vino ‘vivo’ che sa trasmetterci delle emozioni da classificare come ‘eccellenza’

COMITISSA BRUT RISERVA 2007

Il fatto che uno spumante possa maturare non è più una novità, ma quando ci ritroviamo dinanzi ad uno che comincia ad aprirsi e svelare tutta la sua bellezza dopo 12anni è sempre sorprendente e per certi versi inatteso. Il colore mostra dei riflessi dorati , il calice è scintillante. Il suo bouquet è esuberante, ci ricorda la buccia d’arancia, miele d’acacia , insieme a note tostate e burrose.L’acidità è ancora presente , Il sorso è ricco , corposo e opulento ma sempre molto elegante, setoso, con un buon equilibrio gustativo. Questa degustazione è la conferma che la qualità và a braccetto con la grande capacità di evolvere nel tempo, anche qualora si parli di una bollicina.

Clicca per seguirci sui nostri canali Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error

Ti è piaciuto il sito? Continua a seguirci!

YouTube
YouTube
Instagram