Blog

Radici del Sud 2019 : i migliori rossi degustati da VinoDivino

I migliori vini rossi presenti a Radici del Sud degustati per voi da VinoDivino. ‘Radici Del Sud’ è oramai divenuto il salone più importante del Meridione, ma dimostra sempre di avere una organizzazione precisa e meticolosa da renderla, a parer nostro, tra le migliori in assoluto in Italia.Per il terzo anno consecutivo, il castello Normanno Svevo di Sannicandro di Bari ha fatto da suggestiva cornice alle esposizioni di 125 produttori vitivinicoli ed agroalimentari.L’importanza di Radici del Sud sta soprattutto nel confronto, (anche qui va dato merito all’organizzazione del format dell’evento) nel quale ci siamo cimentati ascoltando con attenzione storia, produzioni ed obiettivi dei produttori. Come ogni anno ci soffermeremo sui vini rossi, rosati e bianchi che ci hanno maggiormente affascinato, senza tralasciare le piacevoli novità degustate.

“Una vetrina fondamentale per divulgare ed esportare anche all’estero la conoscenza del magnifico territorio del Sud Italia e la sua straordinaria ricchezza ‘autoctona’ “

NAIMA 2010-  IGP PAESTUM AGLIANICO – VITICOLTORI DE CONCILIIS

L’azienda De Conciliis nasce nel 1996 in un fazzoletto di terra situato sulle colline che circondano Agropoli, lì dove comincia il Cilento, tra i monti e il mare. Un terroir unico dato anche dalla presenza del’ flysch’ cilentano con grossi blocchi di marna alternati ad arenaria.“Veniamo da un luogo che ha avuto e che ha ancora bisogno di tenerezza dove un solo filare di vigna è il pentagramma di uno spartito del canto di millenni, il canto di uomini e donne che un tempo chiamavamo tristi” si legge nella loro presentazione. E’ nel calice di ‘Naima’ che meglio si percepiscono le sfumature di questo particolare luogo. Aglianico in purezza, fermenta naturalmente in vasche d’acciaio per poi affinarsi per sei mesi in acciaio, un anno in barriques di primo secondo e terzo passaggio, due anni in tonneau di terzo/quinto passaggio ed uno in bottiglie. Il risultato è un vino color rubino intenso ma luminoso, complesso al naso con aromi di frutta rossa matura che ci portano dalla marasca alla prugna che lasciano poi il posto alle note terziare di tabacco, cuoio e cioccolato. In bocca il sorso è lunghissimo, il tannino è presente senza mai essere troppo irruento. Accattivante la nota sapida che meglio ci rimanda al terreno ed al mare cilentano

IL NIBBIO GRIGIO 2013 – AGLIANICO DEL VULTURE DOC – CANTINE STRAPELLUM

Situata ai piedi del Vulture, precisamente a Rapolla antica colonia della Magna Grecia, Cantine Strapellum da anni concepisce vini di alta qualità. Nei loro vini si ritrovano le uniche e preziose caratteristiche di un terroir impareggiabile, un suolo di origine vulcanica che sapientemente in cantina viene valorizzato senza mai stravolgerlo.Il nibbio Grigio è un aglianico in purezza, prodotto solo nelle annate migliori da vigne che superano i 30 anni di età. La potenza di questo aglianico è leggermente smussata dal passaggio in barriques nuove, senza che il legno vada troppo ad incidere sulla tipicità del vino.  Nel calice si presenta di color rosso rubino intenso, al naso è un esplosioni di profumi che vanno dalla frutta in confettura di ciliegie, prugna e frutti di bosco, alle note speziate che ci rimandano al tabacco, alla liquirizia ed al cioccolato; infine a farsi largo è una leggera ed elegante nota vanigliata. In bocca, esprime tutta la sua potenza, il sorso è intenso e persistente, il tannino è vigoroso ma mai violento,il tempo non ha scalfito la sua freschezza . A colpirci è stata proprio la franchezza di questo vino.

VALENTINIA 2013 –  IGP COLLI DI SALERNO ROSSO AGLIANICO- VITICOLTORI LENZA

Valentino e Guido Lenza iniziano l’attività vitivinicola nel 2009, in vista del Mare del Golfo di Salerno, da cui distano circa 10 chilometri, al centro tra la Costiera Amalfitana e quella del Parco del Cilento, tra Paestum e Pompei, realizzando un moderno impianto viticolo di Aglianico. La filosofia dell’azienda pone oggi massima attenzione alla qualità dell’Uva prodotta anche attraverso dei limiti di produzione massima, ancora più severi di quella consentita per i vigneti ad Indicazione Geografica Tipica, quali sono appunto i vigneti dell’Azienda.In questi ultimi anni l’Azienda è in continua crescita, lavorando con massimo entusiasmo e passione conservando alti standard qualitativi.Valentinia è prodotto da uve di Aglianico in purezza e matura per 18 mesi in grandi tini di rovere, per poi sostare un ulteriore anno in bottiglia.  Si presenta di color rubino intenso ed al naso denota elegantissimi aromi fruttati che ricordano la prugna matura, mora e mirtilli; si susseguono note floreali di viola e bacche di bosco che lasciano poi spazio a note speziate davvero intriganti di tabacco, cacao e liquirizia. Al palato è avvolgente, il tannino elegante e levigato. L’acidità ancora spiccata, ne fa un ‘giovanotto’ che ha ancora da regalare intense emozioni nei prossimi anni. Complimenti.


Clicca per seguirci sui nostri canali Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error

Ti è piaciuto il sito? Continua a seguirci!

YouTube
YouTube
Instagram