Blog

Terra Wine Festival 2019

Di Maria D’Ignazio

Cari Lettori di VinoDivino come si suol dire : A volte Ritornano..fanno dei giri immensi… Dopo la mia ultima recensione di Lunario, permettetemi di iniziare citando un aforisma di Alfo Coella :Un 🌗 quarto di Luna per Un quarto di Vino 🍷Per un quarto d’ora che manca completare il Tutto..

 Ammetto che Personalmente mi ci è voluto un Po’ di tempo in più per raccontarvi Il Terra Wine Festival. Complice il delicato periodo del Corona Virus, ho trovato l’imput per raccogliere i miei pensieri ed miei appunti ✍️sui i vari Eventi Enoici a cui ho avuto il grande piacere di partecipare. Il Terra Wine Festival si è Svolto durante i primi giorni di Dicembre 2019 in Umbria nella bellissima Città di Todi. Questo particolare Evento Eno Artistico è stato per me un percorso Dovuto per nutrire la mia Conoscenza e che mi ha portata poi, a visitare altri due Eventi : “Viva la Vite🍁 svoltasi a Pescara nel mio Abruzzo e poi ultima,la manifestazione  “Vino Noi Firenze in Toscana🍷” entrambe Dedicate ai vini Biodinamici. 

Caposaldo di Terra Wine Festival : Un gesto di ognuno, che se condiviso può diventare un beneficio per tutti .Il Fulcro di Terra Wine Festival sono state quindi La Terra e la Vite che nonostante il clima complesso, Resistono e si adattano. Prima di entrare nel vivo Delle Degustazioni Voglio fare i Complimenti al Organizzatore di questa Affascinante Kermess: SALVATORE ALFIERI che accogliendoci nel bellissimo palazzo delle Pietre in Piazza del Popolo, ha voluto coinvolgere i partecipanti  In un Progetto, ossia riappropriarsi del Ruolo di curatori della Terra amandola,rispettandola e sopratutto facendo squadra Creando una Rete di Esperienze condivise, volendo sottolineare come il Mondo del Vino sia intrinseco a ogni forma di Arte.A testimoniare questo connubio vi erano presenti ovviamente i Vignaioli, I Relatori, I Ricercatori i Divulgatori, Scrittori, Poeti e Scultori,tutti Uniti per esprimere l’Arte dellaTerra Umbra, ricca e generosa. Tra le altre,  Spiccavano le Opere del Poeta Scultore Matteo Ponzi che ha preso come Sua Musa Ispiratrice La Luna 🌙Già..La Luna, che per la Viticoltura Biodinamica ha Una forte influenza, la stessa Che si ritrova nelle numerose Lune di Matteo Ponzi,create con materali Poveri, quali alluminio puro e silicio, alterati nella fusione ad alte temperature con pigmenti di Oro e Argento 24 karati . Nascono così complementi d’arredo per lo più Lampade Colorate con il 🍷Vino Rosso. Le sue Lune sono riuscite a toccare l’animo di molti personaggi illustri Come l’astronauta Paolo Nespoli E il Giornalista Bruno Vespa. Personaggi accomunati dalla Passione per la Terra, l’Universo La Luna e il Vino. Lui Stesso trova, spesso ispirazione tra i Vigneti mentre contempla e Fotografa📷 la Luna,annotando sensazioni proprio come facciamo Noi quando degustiamo un Vino nel suo Calice 🍷🎨

 Abbassiamo il sipario su questo lato Artistico per tornare tra i Banchi d’assagio i cui protagonisti indiscussi rimangono i piccoli produttori.  Arrivata a Todi, sapevo di trovare una cantina a me molto cara. volevo riassaggiare I Vini di ERALDO DENTICI  che avevo incontrato anni prima Nel 2015 Al Only Wine Festival di Città di Castello “Perugia” Fu’ Amore a prima vista!. Ero curiosa di capire se e come fossero cambiati i Vini assaggiati .  Eraldo DENTICI è un giovane vignaiolo che da circa Vent’anni insieme a suo padre, ha valorizzato i vecchi terreni di famiglia, impiantando nuovi Vigneti, per una superficie totale odierna di 7 ettari. Dal 2016 Eraldo decide di svolgere le coltivazioni in Vigna e le pratiche Enologiche In autonomia, convertendo con pazienza e dedizione I metodi convenzionali  al Biologico, ottenendone la Certificazione. 

ERALDO DENTICI TERRA WINE FESTIVAL

Iniziamo subito Con il gioiello di Famiglia ROMEO Rosato IGT Umbria 2018 dedicato al suo Primogenito. Questo Rosato mantiene le caratteristiche di quando la Prima volta l’ho assaggiato (come dimenticare la manina 🤚di Romeo che era appena nato sull’etichetta) Ottenuto da 100% Uve Sangiovese 🍇Fermentazione Ancestrale, Macerazione prolungata sulle bucce, pressatura soffice, e come Dimenticarlo? con il suo tappo a corona che lo agevola nel completamento della Fermentazione in bottiglia conferendo una effervescenza delicata quasi impercettibile .

Al Colore direi un rosa chiaretto acceso con riflessi purpurei .

Al Naso intenso, un cocktail di frutti Rossi a tratti vinoso

 In Bocca 👄 Abbastanza caldo, dalla spiccata morbidezza, ritornano prepotentemente sentori di frutta matura ciliegie, more sotto spirito,ma anche prugna. Un Vino di corpo,con un buon equilibrio. Intenso e di lunga Persistenza 🍷 Ultima considerazione Il Piccolo Romeo primogenito di Eraldo è Cresciuto, e in Etichetta la Manina Del 2015 è stata sostituta dal impronta dei suoi Piedini 👣che muovono i primi passi e poi diventa Adolescente, Uomo e infine Senior Proprio come evolve un Vino.. 

ROMEO IGT Rosato racconta tutta la passione E l’amore che Eraldo insieme a sua Moglie,trasmettono attraverso i loro Vini che sanno di un tempo passato, perduto ma ritrovato! 

ROMEO ERALDO DENTICI TERRA WINE FESTIVAL
ROMEO ERALDO DENTICI TERRA WINE FESTIVAL

Ora aspettiamo la Prossima etichetta che Eraldo dedicherà alla sua secondogenita..Chissà quale Vitigno aspettarsi. Tra il SAGRANTINO , GRECHETTO SANGIOVESE , MERLOT o TREBBIANO? Nella suspance, Continua la seconda Degustazione..

MUSA UMBRIA ROSSO IGT 2018

Sangiovese in Purezza 🍇 L’ Etichetta ricorda quei cammei Austeri delle donne di altri tempi .

Colore rosso rubino con riflessi tendenti al granato

Al naso è intenso, complesso  con note fruttate e leggermente speziate, leggermente tostate

 Al palato è secco, caldo piuttosto morbido, giustamente tannico. Buon equilibrio tra durezze e morbidezze, con una piacevole nota sapida. Siamo davanti ad un vino con un corpo importante, intenso e persistente. Sul finale emerge una leggera nota balsamica che lascia il palato fresco. Gradazione alcolica 13%. 

MUSA ERALDO DENTICI TERRA WINE FESTIVAL

CURCURIONE MONTEFALCO ROSSO D.O.C 2017

Etichetta dedicata al Barone di Montefalco, ottenuta da un uvaggio di 60%SANGIOVESE 30%MERLOT E 10%SAGRANTINO. Questi ultimi vengono vinificati prima in purezza e poi successivamente assemblati per il passaggio in legno. 

Colore Rosso Rubino profondo Con riflessi porpora.

Al naso è delicato con sentori intensi floreali e fruttati  che ricordano i frutti di bosco, in particolare lampone e more. Il Bouquet si completa con aromi terziari dovuti al suo affinamento in legno per 5 mesi

 Al palato il Tannino è potente rispecchiando l’Anima austera di un vino impegnativo che ben si accompagna ai Piatti tipici Umbri. Ritornano note che ricordano fiori selvatici e piante aromatiche, timo, rosmarino 

CIPRIANO 2015 MONTEFALCO ROSSO D.O.C.SAGRANTINO

🍇 Sagrantino in purezza, come da disciplinare il Vino invecchia 30 mesi, di cui 12 in Botti di legno. Siamo davanti ad un vino potente e lo si intuisce già dal Colore 🍷

Non filtrato,  Rosso Rubino intenso,vivace ed impenetrabile 

 Al naso è Intenso, Ampio, sentori di confettura ed anche sentori speziati che ricordano il pepe e la liquirizia. Inebriante! 

In bocca 👄 è secco! I Tannini sono prorompenti e che promettono longevità. La frutta torna sul finale, la struttura è importante, ma non pecca di eleganza ed equilibrio. Un Vino Eccellente, armonico Che stupisce, ma promette di Evolvere.. 🍷

CIPRIANO ERALDO DENTICI TERRA WINE FESTIVAL

 PICCOLO PASSO IGT 2015

Vendemmia tardiva ed appassimento sui graticci.  Al naso è intenso, complesso, fine.  Un esplosione di frutta matura, marmellata di prugne e ciliegie, ma anche sentori speziati.

 In Bocca è dolce, caldo ma delicato, pieno e piuttosto equilibrato.  Percezioni di Vaniglia e cannella sul finale, lunga persistenza. Eccellente, gradazione alcolica  16%.. lo immagino con Un bel Cioccolatino 🍫 fondente. 

 ESIMIO 2018 UMBRIA GRECHETTO IGT. 

La sorpresa delle sorprese! Ultimo degli assaggi ma unico nel suo genere: è Un Rosso vestito di Bianco! Di rara qualità, straordinario!

Ve lo dico subito, sorprendente! Il colore è un giallo dorato dai lievi riflessi ambrati.

 Al naso è intenso, complesso, oserei dire ampio, inusuali sentori minerali ma anche dolci sentori di miele 🍯 Eraldo mi spiega che ha svolto una lunga macerazione di 90 giorni sulle Bucce e successiva fermentazione malolattica in barrique, senza controllo della temperatura e senza aggiunta di lieviti selezionati.. Audace! Probabilmente esprimerà il meglio affinando in bottiglia ma il suo carattere è già ben delineato.

In bocca è un pò rustico,caldo, di una sorprendente avvolgenza. Eppure non è un Rosso!

ESIMIO ERALDO DENTICI TERRA WINE FESTIVAL

I Vini di Eraldo Dentici, sono potenti, provocatori, autentici, nel pieno connubio e rispetto della natura

Dal 2015 ho continuato a seguire Eraldo, Un Vignaiolo Leale, ribelle, curioso che seppur giovane è uno spirito libero ed oggi ho riavuto la conferma che vini così non si trovano ovunque.. 😁

Oggi ripenso Al TerraWineFestival con immensa gioia mista a malinconia, nella speranza che presto si possa tornare a vivere senza paura e poter viaggiare liberi per il Nostro bel Paese tra Arte, Cultura, Natura. 

Clicca per seguirci sui nostri canali Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error

Ti è piaciuto il sito? Continua a seguirci!

YouTube
YouTube
Instagram