Blog

I migliori vini per festeggiare la Santa Pasqua – Vigna Castello

Di Augusto Sanfelice

 Anche quest’anno, tra tanti dispiaceri dati dai tremendi fatti di cronaca, è arrivata la Santa Pasqua. Il periodo Quaresimale che precede la Pasqua, è da sempre un momento di meditazione che serve ai Cristiani per raccogliersi in preghiera e vincere i propri peccati attraverso le rinunce, i fioretti e i digiuni. Il termine della Quaresima arriva con la Domenica di Pasqua coincide approssimativamente anche con l’arrivo della primavera.

Il Salvatore ci illumina e riscalda gli animi con la sua Resurrezione, la gioia pervade le nostre case, le tavole si imbandiscono a festa e si riempiono di prelibatezze degne a festeggiare il grande evento.

 Non poteva mancare un nostro appunto per suggerirvi i migliori vini e le migliori ricette per festeggiare la Santa Pasqua in famiglia laddove sarà possibile dato il periodo di quarantena


Vigna castello è un vigneto chiuso, circondato da bellissimi muretti a secco tipici della nostra regione. Il vigneto di cui l’azienda fornisce le coordinate GPS 40”42”32,39”N 17”46”30,04” E si trova esattamente nella Riserva Naturale Torre Guaceto nel magnifico splendore della biodiversità pugliese. Le uve sono assolutamente autoctone Negroamaro e Susumaniello raccolte rigorosamente a mano nel periodo compreso tra la fine di Settembre e l’inizio di Ottobre e sottoposte a pigiatura soffice. Il mosto viene fatto fermentare a temperatura controllata per oltre 15 giorni. L’affinamento in tonneaux di rovere di Allier dura 12 mesi, e dopo l’imbottigliamento il vino passa almeno si affina in bottiglia per almeno 6 mesi. I caratteri dei vitigni conferiscono al Vigna Castello aromi solari e raffinati che lo attestano certamente tra i grandi vini pugliesi.

Vigna Castello 2011 – Agricole vallone

NOME: VIGNA CASTELLO Rosso I.G.P. Salento

AZIENDA PRODUTTRICE: VALLONE

VITIGNO: Negroamaro 70% – Susumaniello 30%

GRADAZIONE ALCOLICA: 14%

ANNATA: Vendemmia 2011

CATEGORIA DI PREZZO: 20-25 €

VISTA: Alla vista si presenta di un rosso intenso con riflessi tendenti al granato.
NOTE OLFATTIVE: Dopo aver fatto respirare adeguatamente il vino al naso inebriando i nostri sensi, sopraggiungono aromi caldi e pieni di frutti rossi che ricordano la confettura di mora e marasca. Toni leggeri e dolciastri ricordano la carruba e la vaniglia, conferita dall’affinamento nel legno, soavi note speziate ricordano il pepe bianco e chiudono la nostra analisi olfattiva compiacendoci in abbondanza.
GUSTO: L’ottima acidità ci fa pensare ad un vino certamente pronto per un medio invecchiamento, di medio peso ha una capacità di riempire la bocca con il suo calore e la sua forza mai troppo invadente. La corrispondenza aromatica è pressoché totale con l’analisi olfattiva, la leggera nota dolce rende il vino piacevole accompagnandoci verso un tannino raffinato e assolutamente mai aggressivo, chiude una lunga persistenza.

ABBINAMENTI: Agnello da latte con panatura cacio e pepe su letto di erbette  amare dell’Alta Murgia con crosta di pane d’Altamura d.o.p e tuorlo marinato (Clicca per la ricetta)

Clicca per seguirci sui nostri canali Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error

Ti è piaciuto il sito? Continua a seguirci!

YouTube
YouTube
Instagram