Blog

Zio Gabriele

di Gianfranco Cutillo

Zio Gabriele era contadino e a sua insaputa anche un grande vignaiolo.”Allevava” il suo vigneto con  il rispetto e la cura che solo il contadino può conoscere. Cru, terroir erano termini ignoti cosi come gli era ignota la Divina Commedia.
Non sapeva zio Gabriele che Dante dopo aver spiegato al lettore la natura dell’anima e non sapendo più che parole adoperare ricorre ad una allegoria: “E perché meno ammiri la parola, guarda il calor del sole che si fa vino,giunto a l’omor che de la vite cola”Il primitivo di zio Gabriele era autentica espressione di verità. La verità delle fatica, del sudore e di tanta, tanta maestria. Il suo vino emozionava perché era vero, complesso; liberava il genio dello spirito e dell’intelletto; generatore di balsami penetranti.Facilitava l’unione delle menti e dello spirito.Questi ricordi cosi improvvisi ed inattesi sono riemersi oggi bevendo il primitivo della antica masseria Jorche riserva 2014…il vino di zio Gabriele…non posso descriverlo che così ed aggiungo che da 90/100 in su si parla di eccellenza. Il primitivo di Jorche è eccellenza.Armonia e complessità. È la terra ed il sole convertiti in vino, meravigliosa sintesi di bellezza e semplicità contadina

Il Riserva 2014 si presenta alla vista limpido e di un bellissimo rosso rubino con decise sfumature granate e di grande consistenza. Al naso è meravigliosamente intenso e complesso. Profumi di sottobosco, noce, caffè, liquirizia,  cioccolato, frutta secca prugna e more. Equilibrato, persistente ed armonico.

NOME: JORCHE PRIMITIVO DI MANDURIA RISERVA DOP

AZIENDA: ANTICA MASSERIA JORCHE

GRAD. ALCOLICA: 16%

VITIGNO: 100% PRIMITIVO

ANNATA: 2014

CAT. PREZZO: 15/20€

VOTO: 92/100

Clicca per seguirci sui nostri canali Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error

Ti è piaciuto il sito? Continua a seguirci!

YouTube
YouTube
Instagram